“Scrivere musica è scavare dentro di me, analizzare, fuori e dentro, il mio cuore e la mia psiche, per poi comunicare emozioni, idee attraverso note e a volte parole cantate!

Scrivere musica per il cinema è spesso ancora più complesso. Prediligo la via complicata del lasciarmi travolgere dalle idee del regista, già in fase di scrittura e produzione, per poi scavare dentro di me e cercare la mia versione dei fatti, per poi infine progettare, con il cuore ma anche con la mente, costruire un linguaggio, per ogni film diverso e unico, che percorra un binario parallelo alla narrazione delle immagini, che si fondi sulla semiotica musicale e visiva, sulla filosofia e sull’empatia emozionale. Progettare musica per il cinema non significa per me sostenere i pilastri di un film con strutture antisismiche, ma contribuire a versare cemento armato nei pilastri, costruire idee facendole crescere in simbiosi con le idee di un’unica opera, che si fondi con l’opera visiva diventando un’unica opera d’arte inscindibile, che si tratti di musica di scena o di forma canzone, che si tratti di diegetica o extra-diegetica, senza comunque mai dimenticare l’istinto musicale e la scintilla creativa che nascono spesso dall’improvvisazione e scaturiscono dall’emozione personale che le immagini e la narrazione sollecitano! La musica per il cinema deve essere un’unica cosa con l’opera concepita dal regista… anzi è parte viva di un’opera cinematografica, è la componente sonora, un organo vitale dell’opera cinematografica. Questo succede in me quando progetto e scrivo musica per il cinema!” 

Mi chiamano tutti Beppe Tranquillino (anche se il mio nome è Giuseppe Tranquillino Minerva). Classe ’77. Da ragazzino studio per anni regia e recitazione teatrale. Ben presto, agli studi teatrali affianco quelli musicali di chitarra classica e moderna, avvicinandomi anche al canto e al pianoforte. Inizio così a comporre ed arrangiare musiche per differenti spettacoli teatrali.

Terminati gli studi liceali vivo per due anni tra New York e Dublino dove studio “Musiche popolari per spettacoli itineranti di strada” (in poche parole suono per strada e studio con i migliori buskers d’Irlanda e d’America, improvvisando musiche originali per commentare le azioni e gli sguardi dei passanti, le stagioni e le più improbabili situazioni di strada). E’ così che mi avvicino alla composizione di colonne sonore per il cinema ed in qualità di compositore, arrangiatore e realizzatore di musiche inizio a collaborare con diversi registi per numerosi progetti cinematografici della New York University.

Tornato in Italia continuo i miei studi musicali e mi diplomo a Bologna in Canto Moderno e a Modena in Arrangiamento e Composizione. Continuo i miei studi laureandomi anche presso il Conservatorio “G.Martini” di Bologna in Composizione, Arrangiamento e Orchestrazione e specializzandomi in  Musica applicata  (Soundtrack film/Colonne Sonore/Forma Canzone)

Fondo il progetto cantautorale “Misero Spettacolo” con il quale porto in giro per l’Italia uno spettacolo che si fonda sul concetto di teatro-canzone e per il quale scrivo, arrangio e produco artisticamente.

Firmo il contratto con l’etichetta discografica Zeta Factory e distribuzione Venus pubblicando due album intitolati “MISERO SPETTACOLO: Tutto è un’opinione” e “MISERO SPETTACOLO: L’inconcepibile” . I due albumvengono accolti benissimo da critica e pubblico e mi permettono di esibirmi in oltre 400 concerti in meno di 5 anni.

Nel 2016 esce un nuovo album intitolato “Porci, Pecore e Pirati” patrocinato dalla Fondazione-Archivio Pier Paolo Pasolini in qualità di progetto di interesse culturale.

Per anni ho scritto e condotto una trasmissione radio intitolata “L’Italia dei Pensatori” su OkRadio Network. Ho ricevuto il premio “Inedito” come miglior testo e canzone presso il “Salone del Libro di Torino” 2013 per la sigla della trasmissione radio.

Da anni collaboro contemporaneamente con lo Zeta Factory e freelance per diverse produzioni in qualità di arrangiatore, produttore artistico e consulente musicale.

Ho collaborato e collaboro in veste di tournista e consulente artistico live per diversi progetti e con grandi nomi del panorama musicale italiano.

Contemporaneamente continuo a comporre e realizzare colonne sonore per documentari (Rai, La7, ecc.), progetti indipendenti, spot pubblicitari, pubblicazioni audio-video, medio e lungometraggi, fiction televisive. Tra le molte colonne sonore realizzate cito: “Palazzo di Giustizia” (Tempesta – Rai Cinema) in concorso al Festival del Cinema di Berlino 2020, “50-Santarcangelo Festival” (Mammut Film – iWonder Picture – SkyArte) (Giornate degli Autori Festival del Cinema di Venezia 2020), “L’Ispettore Coliandro III” (Rai – Nauta Film), “Tonino Guerra-Poeta del cinema” (Surf Film – Rai), la serie tv Rai “Community”, il pluripremiato “Pizza Boy” (Combo – Elephant film) e moltissimi altri che trovate nella pagina “Curriculum”.

Mi definisco un musicista e compositore versatile. Mi cimento in qualsiasi ambito musicale, dalla classica alla popolare tradizionale e multietnica, dalla moderna (jazz, pop, rock, blues) al cantautorato. Spesso imbocco insolite strade musicali sperimentando e osando.

Collaboro con i migliori strumentisti e musicisti in circolazione!

LAVORO AD HOC SU RICHIESTE IMPOSSIBILI DI REGISTI E ARTISTI!